degustare il vino


La gamma da degustazione Peugeot abbraccia tre diverse collezioni di bicchieri, tra le quali si distingue quella de Les Impitoyables, una famiglia di bicchieri concepita per mettere in risalto le proprietà di un vino: esaltandone le qualità e snidando il minimo difetto.

Un posto a sé occupa il Taster, un bicchiere professionale studiato accuratamente per trasmettere tutti gli aromi di un vino in un tempo minimo.

Ma quali sono le caratteristiche generali di un bicchiere da degustazione?

Innanzi tutto deve essere incolore per non snaturare il colore del vino e permettere di apprezzarne la limpidezza e le sfumature di colore.

La forma del corpo del bicchiere è in stretto legame con il tipo di vino degustato:

  • una forma a comignolo lascerà alzarsi i bouquet più intensi (frutti rossi, note speziate, di sottobosco, tostate) isolando verso il basso le molecole più pesanti dai profumi meno piacevoli (l'alcol per esempio);

  • la forma sferica più voluminosa si approprierà maggiormente a vini dal bouquet delicato e pienamente sbocciato (frutta cotta, canditi, profumo di sottobosco, muschio e funghi);

  • la forma sferica più contenuta sarà riservata ai vini dalle fragranze leggere (profumi floreali, spezie leggere, frutta fresca, note erbacee e mentolate);

  • le linee spezzate permettono di tagliare il vino agitandolo per estrarre, amplificare e separare il profumi confusi e concentrati dei vini giovani;